Confronto tra i prestiti – come confrontare e scegliere il miglior prestito tra le varie offerte

Condizioni di finanziamento | Durata variabile da 24 a 120 mesi – Tan: 6,92% – Taeg: 8,10% – Spese accessorie: 0 | Esempio prestito di 10.000€ di 10 anni con Tan 6,92% e Taeg 8,10%: Rata di 118,00€ mensili (Totale importo dovuto: 14.160,00€).

Quando si fa un acquisto importante, ci si guarda attorno e si valutano più offerte, sino a trovare le migliori condizioni sul mercato. Allo stesso modo, vista la rilevanza che un prestito può avere sul budget di una famiglia o di un’impresa, è bene scegliere con accuratezza la tipologia di finanziamento e le sue caratteristiche, anche in vista di un indebitamento realmente sostenibile. La normativa vigente relativa al mercato del credito internazionale e italiano aiuta in questo senso i richiedenti, ponendo delle condizioni stringenti volte a evitare diffusi casi di sovra-indebitamento. Nondimeno, un errore di valutazione può avere nel peggiore dei casi conseguenze anche molto serie, e nello scenario migliore implica comunque un rapporto inefficiente tra durata del pagamento, destinazione e ammontare del capitale e interessi totali da pagare. Come scegliere un prestito? Il primo passo per la valutazione dei prestiti convenienti consiste in un confronto tra gli stessi; è bene, quindi, ponderare se sia meglio un finanziamento cambializzato o una cessione del quinto dello stipendio, un prestito finalizzato o non, e così via. Per le relative caratteristiche e un confronto tra prestiti, vi rimandiamo agli approfondimenti elaborati dallo staff di Offerte Prestiti; in questa sede, vi consigliamo invece di richiedere – una volta selezionata la tipologia di finanziamento più adatta alle vostre esigenze – quanti più preventivi possibile, in modo da avere un rapido polso della situazione di mercato attuale. La scelta dei migliori prestiti si può basare anche sulla valutazione della serietà e dell’affidabilità dell’istituto di credito. Le agenzie di prestito online offrono spesso tassi convenienti, ma bisogna sempre verificare di avere a che fare con un ente autorizzato, serio e competente: per questo, rivolgersi alla banca o all’agenzia di fiducia può costituire un valido criterio di riferimento nella scelta finale. La valutazione della convenienza di un prestito non può ovviamente prescindere anche dalle sue condizioni: durata e importo delle rate, Tan e Taeg, interesse finale e garanzie richieste.